Speaker


Next 2018
Milano - Brescia Italy
Associazione No Profit

000Risorsa 6icn

Camilla Baresani

Scrittrice
Docente di Scrittura Creativa Università IULM Milano

"Leggo, ascolto, osservo, scrivo."

Chi è Camilla Baresani

Sono nata a Brescia, nel ’61, e come molti bresciani sono anche un po’ del lago di Garda. Vivo a Milano, che ormai è la mia città, e anche a Roma, dove c’è una parte delle mie radici familiari.

Mentre frequentavo l’università ho iniziato a lavorare in un villaggio turistico sul lago di Garda ed è stato il mio lavoro sinché, poco prima dei quarantant’anni, ho provato a cambiare vita. Mi sono messa a ricreare le vite di tutte le persone che avevo osservato e ascoltato sino a quel momento per farne materia di romanzi, racconti, articoli, commedie. Le vite degli altri filtrate dal mio punto di vista. Il mio primo romanzo, Il plagio, pubblicato da Mondadori, è del 2000.

Gli ultimi libri che ho pubblicato sono:

Gli sbafatori (Mondadori Electa, 2015), un romanzo breve, quasi un pamphlet. La trama – sesso, bugie e alta cucina – è ambientata nel mondo degli chef mirabolanti, delle cucine elettrizzanti e dei giornalisti incaricati di scriverne. Racconto i retroscena poco decorosi del mondo del cibo, con vizi che sono universali e ammorbano anche altri mondi meno appariscenti.

Il sale rosa dell’Himalaya (Bompiani, 2014) racconta la brutta avventura capitata a ragazza in carriera che abita nel centro di Milano. Una sera esce di casa per comprare del sale rosa dell’Himalaya. È piena di pensieri, di progetti, di strategie per raggiungere il successo ma all’improvviso… Il romanzo ha ricevuto il Premio Internazionale di Letteratura Città di Como, il Premio Cortina d’Ampezzo, il Premio Città di Vigevano.

L’esordio, invece, era stato nel 2000, quando da Mondadori era uscito Il plagio – La volpe è un lupo che manda fiori (ora disponibile nei Tascabili Bompiani).

Subito dopo, per Radio 3, ho scritto una pièce radiofonica, Al ristorante del buon ricordo. L’ha diretta Andrea Barzini ed è stata interpretata da Laura Betti, Massimo Popolizio, Gabriella Franchini e Francesco Siciliano.

Nel 2002, sempre da Mondadori, è uscito il mio secondo romanzo, Sbadatamente ho fatto l’amore (ora Bompiani) .

Nel 2003 ho cambiato editore. Da Mondadori a Bompiani, con un saggio breve, Il piacere tra le righe: riflessioni sui piaceri della lettura, e anche una sorta di percorso letterario con esempi e citazioni.

Il terzo romanzo, L’imperfezione dell’amore, è uscito nel 2005. Ha ricevuto il premio Forte Village-Montblanc, Scrittore emergente dell’anno.

Nel 2006, sono usciti i racconti-inchiesta TIC Tipi Italiani Contemporanei, commentati dal sociologo Renato Mannheimer.

Nel 2007, è uscito La cena delle meraviglie, integrato dalle ricette del critico-gastronomo Allan Bay. Editore Feltrinelli.

Nel 2010, è arrivato Un’estate fa, il mio quarto romanzo, sempre Bompiani. Premio Hemingway e Premio Selezione Rapallo.

Ho poi curato un libro che spiega tutto sul cacao e sulla sua trasformazione in cioccolato (Alla ricerca del cacao perduto, Gribaudo editore, 2011), ho scritto la postfazione del romanzo di Elaine Dundy Il dolce frutto (BUR, 2011), e l’introduzione alle inchieste di Nero Wolfe scritte da Rex Stout, raccolte in Entra la morte (BEAT 2013).

Nel 2014 è uscito anche Vini, amori (Bompiani), una raccolta di 63 miei racconti legati al tema del vino, ciascuno accompagnato dalla scheda di un vino scelto e descritto da Gelasio Gaetani d’Aragona e da un’illustrazione di Valeria Petrone.

Dopo il primo romanzo, ho iniziato a collaborare con giornali e riviste. Sull’inserto culturale Domenica de Il Sole 24 ore per otto anni ho raccontato i ristoranti italiani (con la rubrica Diario di una golosa). Il cibo è sempre stato una mia passione (e fissazione).

Nel 2011, per CoolTour (programma quotidiano di informazione culturale di Rai5), ho condotto CoolChef, una rubrica di interviste ai migliori cuochi italiani. Attualmente collaboro con gli allegati del Corriere della Sera Io Donna, Style, Sette, Corriere Innovazione, con IL del Sole 24 ore, e con Grazia. Nel sito http://www.camillabaresani.com , trovate una selezione di miei articoli, recensioni, interviste e alcuni racconti legati al vino della mia rubrica Momento DiVino pubblicata da Io Donna.

Insegno “Scrittura creativa” al Master di Giornalismo Multimediale della IULM di Milano.

Dal novembre 2016 sono presidente del Centro Teatrale Bresciano, che ha due bellissimi teatri, il Sociale e il Santa Chiara.